Natale a New York: cosa fare e vedere

Se c’è un periodo speciale e magico in cui andare a New York, è Natale: la Grande Mela scintilla più che mai, tra decorazioni, piste di pattinaggio sul ghiaccio e giganteschi abeti illuminati.
Tutto inizia già a novembre e, di evento in evento, si trascorre il periodo delle festività natalizie circondati dalla meraviglia di una città che non dorme mai. Cosa fare e cosa vedere a New York a Natale?

Natale a New York” sembra il titolo di un film dei fratelli Vanzina e invece è l’argomento che abbiamo scelto oggi per il nostro blog.

Il fascino della Grande Mela si esalta ancor di più tra novembre e gennaio, quando ovunque spuntano luci, alberi decorati a festa e la gente ha voglia di festeggiare e divertirsi più che mai. Si parte già a fine Novembre, per la precisione nel terzo giovedì del mese: è il Giorno del Ringraziamento.
Sin dagli anni ’20 dello scorso secolo, i grandi magazzini Macy’s organizzano una gigantesca parata che sfila nel cuore di Manhattan: carri allegorici, bande musicali, cheerleaders, star di Broadway e soprattutto enormi palloni gonfiabili a forma di personaggi dei cartoon…
Una festa itinerante che attrae ogni anno migliaia di persone, tanto da essere diventata, in breve tempo, la sfilata più grande degli Stati Uniti

Le prime luminarie di Natale a New York: dove ammirarle

Cosa c’entra la parata nel Giorno del Ringraziamento con il Natale? È presto detto: l’evento si conclude davanti all’ingresso di Macy’s, con l’arrivo di Babbo Natale sulla sua slitta.

È il “segnale” ufficiale che tutti stanno aspettando: in questo preciso istante, le prime illuminazioni delle festività si accendono e si dà il via allo shopping per i regali natalizi, con gli sconti del Black Friday.
Il cuore pulsante di Manhattan scintilla più del solito e le occasioni per fare acquisti si moltiplicano.

Chi prenota un viaggio nella Grande Mela a fine novembre, quindi, potrà godersi l’inizio delle feste e lo spuntare di addobbi ovunque.

Le luci di Natale di Dyker Heights, a Brooklyn

In effetti, sono le luminarie a far esplodere in tutta la sua bellezza New York a Natale. Spesso, quando pensiamo alla Grande Mela, la prima cosa che viene in mente è la sua grandezza: tutto è gigantesco, imponente, quasi esagerato.
E non potrebbe essere diversamente in vista delle festività: basta fare una passeggiata a Brooklyn per rendersene conto e restare a bocca spalancata.

A Dyker Heights, tranquilla zona residenziale abitata per lo più da italoamericani, le case sembrano scomparire per far posto a enormi luminarie.
A quanto pare, negli anni 80 la signora Lucy Spata ha dato il via a questa tradizione che ben presto si è trasformata in una sorta di sfida con i vicini di casa: ogni anno aumentano le decorazioni luminose e le sorprese.


Riesci ad immaginare dei soldatini natalizi di 10 metri di altezza? O un gigantesco Babbo Natale in slitta che si muove e saluta i passanti? Ecco: ogni giardino delle case tra la 82nd e la 84th Street e l’11th e 13th Avenue è addobbato e illuminato in modo spettacolare.

Ovviamente ogni giorno arrivano centinaia di persone per ammirare tanto sfarzo e fantasia.

Vuoi un consiglio? Non arrivarci troppo tardi di sera perché i proprietari delle case non lasciano acceso tutto per molte ore, dati i costi altissimi dell’energia elettrica. L’ideale sarebbe andarci subito dopo il tramonto.

L’albero di Natale più famoso del mondo

C’è un altro luogo famosissimo a New York dove la notte si colora di centinaia di bagliori.
Siamo ai piedi del Rockfeller Center dove, il 1° dicembre, il gigantesco albero di Natale viene acceso in mondovisione.
Parte il conto alla rovescia e poi click! Migliaia di luci a led iniziano a scintillare come lucciole impazzite, per la felicità di grandi e piccini.

Una schiera di altissimi angeli-luminarie accompagnano lo sguardo fino alla cima dell’abete più famoso del mondo: sembra di essere nel cuore di una fiaba che si rinnova di anno in anno.

Lo stupore accende di rosso le guance dei bambini e gli adulti riscoprono quel sentimento di grazia e allegria dell’infanzia.
Per di più, c’è anche una pista di pattinaggio sul ghiaccio che resta aperta fino al termine delle festività.

E in questo mix di attesa del Natale e divertimento, c’è spazio anche per il romanticismo: non è raro vedere all’improvviso qualcuno inginocchiarsi per fare la proposta di matrimonio alla persona amata… tra lo scintillio dei rami, lo sfrecciare dei pattini e gli applausi dei presenti.
Quanto volte l’abbiamo visto nei film? A dicembre, a New York, è semplicemente realtà!


I mercatini di Natale più importanti a New York

Per chi ama i mercatini di Natale, la Grande Mela ne offre diversi e di molto caratteristici: un’occasione perfetta per fare shopping a tema.

Tra i più importanti, segnaliamo quello di Union Square, probabilmente il più tradizionale americano: troverai artigianato locale e un “melting pot” di merci in arrivo da altri luoghi del mondo, ma la sua particolarità è che spesso si possono acquistare accessori super modaioli che urlano “New York!”, compresi pezzi di arredamento di design e regalini trendy per gli animali domestici.

Se invece cerchi un po’ di Europa oltre oceano, potresti fare una passeggiata a Columbus Circle, proprio all’ingresso di Central Park. L’atmosfera “classica” è servita già all’entrata, visto che persino il pavimento della piazza è rivestito di legno: impossibile non pensare alla montagna, agli chalet e alla voglia di riscaldarsi sorseggiando qualcosa di caldo. In alcuni punti sarà un po’ come ritrovarsi tra le viuzze di un villaggio tirolese o austriaco… e invece siamo in uno dei posti più centrali e iconici di New York.

Assolutamente da visitare è il Christmas Village che viene allestito a Bryant Park: una vera “bomboniera”, con annessa pista di pattinaggio sul ghiaccio.
Ci sono anche tavolini all’interno di “bolle” giganti riscaldate, dove sorseggiare bevande calde e stuzzicare qualche dolcetto tipico natalizio, tra gli stand di artigianato e spettacoli quotidiani.

Se, infine, preferisci passeggiare ma al chiuso, allora l’indirizzo giusto è il Westfield World Trade Center Market oppure potresti andare a curiosare nella Vanderbilt Hall del Grand Central Terminal, la stazione ferroviaria.

Il primo è un tripudio di bianco ovunque, dal pavimento alla struttura, illuminato da luci che virano sull’azzurro: un luogo lussuoso, meno etnico dei precedenti mercatini, dove poter fare un tipo di shopping più ricercato.

In stazione, invece, è tutto molto più “naif” e un po’ “chiassoso” ma d’altronde stiamo parlando della storica stazione ferroviaria: tra arrivi, partenze, addii e saluti festosi, gli stand natalizi sono un extra divertente dove magari acquistare qualcosa anche al volo, all’ultimo momento.

E dopo il Natale… Capodanno a New York!

Gli U2 l’hanno definita “The city of blinding lights“, la città delle luci accecanti… Quale migliore occasione per rendersi conto di quanto sappia abbagliare e illuminare, se non a Capodanno? A New York, tappa imprescindibile è Times Square, dove New Year’s Eve Ball (il mega pallone tecnologico e glitterato) scandisce il countdown, scendendo piano piano dalla cima del grattacielo One Times Square.
A mezzanotte “impazzisce” di luci e dà il via allo spettacolo di fuochi d’artificio: auguri, benvenuto nuovo anno!

Quante volte ti sarà capitato di vedere le immagini festose in tv, in arrivo da New York?

Se l’idea di partecipare in prima persona ti elettrizza, ti diamo qualche indicazione: per iniziare, non esistono biglietti per entrare in piazza. L’evento è completamente gratuito, quindi diffida da eventuali annunci di tickets per l’ingresso.
Poi, bisogna essere consapevoli che per riuscire ad entrare in questa area, è necessario arrivarci sin dalle prime luci dell’alba del 31 dicembre e resistere tutta la giornata in piedi.

Se questa idea non è praticabile, allora l’alternativa potrebbe essere prenotare (con settimane di anticipo) in uno dei ristoranti che danno su Times Square, per star comodi fino alla mezzanotte e godersi lo spettacolo. Ovviamente, in questo caso, i prezzi dei menù non saranno proprio popolari…

E così, dopo un brindisi e un abbraccio benaugurante, ci si avvia a salutare le festività: le luci natalizie inizieranno a spegnersi per restituire la città al più classico e inossidabile fascino newyorkese. Se stai pensando di vivere New York nel periodo delle festività natalizie, questo è il momento giusto per prenotare.

Se vuoi, possiamo aiutarti a scegliere il momento giusto per goderti le attrazioni che ti interessano di più: la parata di Macy’s o i mercatini? I parchi che sembrano usciti da una fiaba o il countdown di Capodanno?

Saremmo felici di accompagnarti nell’ideazione di un’esperienza indimenticabile.

Vuoi vivere un meraviglioso Natale a New York?

Contattaci, compilando questo modulo, saremo felici di conoscerti e creare, senza impegno, un itinerario in base ai tuoi interessi, alle tue esigenze e a ciò che più desideri vivere in questa vacanza!