L’omaggio di Oslo a Munch: il nuovo museo dove ammirare l’urlo

«Camminavo lungo la strada con due amici, quando il sole tramontò. I cieli diventarono improvvisamente rosso sangue e percepii un brivido di tristezza. Un dolore lancinante al petto. Mi fermai, mi appoggiai al parapetto, in preda a una stanchezza mortale. Lingue di fiamma come fiamme coprivano il fiordo neroblu e la città. I miei amici continuarono a camminare e io fui lasciato tremante di paura. E sentii un immenso urlo infinito attraversare la natura»

Con queste parole Edvard Munch racconta della nascita di una delle sue opere più famose: ‘L’urlo’.

E’ universalmente riconosciuto che si tratta di uno dei quadri più emblematici della pittura moderna: una figura, che non si capisce se sia uomo o donna, scarnificata, con grandi occhi affossati che si tappa le orecchie con le mani, urlando contestualmente tutto il suo dolore.

Un dolore che secondo le più recenti interpretazioni non è un dolore fisico, è qualcosa che viene da dentro, intimamente legato alla profonda sofferenza dell’uomo nella sua solitudine, a cui il mondo circostante resta indifferenti.

La vita di Edvard Munch è stata costellata di grandi sofferenze, sin dalla più tenera infanzia. Questo lo ha portato a dipingere di temi profondi, legati alla filosofia classica. Quando morì però non lasciò eredi e decise quindi di donare tutto il suo immenso patrimonio artistico alla città di Oslo.

Il nuovo museo di Munch

Nel 2013 il consiglio comunale di Oslo ha deciso di trasferire la sede del Museo Munch, che si trovava in centro città, in una nuova sede sul lungomare vicino al Teatro Dell’Opera.

E’ quindi sorto questo maestoso edificio di 13 piani che sembra inchinarsi alla magnificenza della città: si tratta di uno dei più grandi musei al mondo dedicato ad un solo artista!

Trovarti davanti a questo bellissimo edificio ti dà proprio la misura dell’importanza di questo artista, che ha segnato in maniera profonda la storia dell’arte in Norvegia e nel mondo.

Con i suoi 60 metri di altezza, l’edificio svetta sulla skyline della città, quasi a voler essere protettore e guida per gli abitanti della città che lo possono ammirare.

Seguendo la filosofia green tipica dei paesi del Nord Europa, il museo è costruito nel più ampio rispetto dell’ambiente, con dei pannelli ondulati ottenuti da alluminio riciclato che hanno il compito di riflettere i raggi solari per mantenere stabile la temperatura al suo interno.

Spostare le opere da un museo all’altro non è stato così semplice come potresti pensare: le opere, grandi fino a 50 metri quadrati, sono state spostate via mare e poi rialzate fin dentro l’edificio grazie ad una gru che li ha alzati di oltre 21 metri… chi ha potuto assistere a questo trasporto ha assicurato che è stato un vero e proprio spettacolo!

L’urlo

Se ti stai chiedendo se tra queste mura si può ammirare appunto anche ‘l’Urlo’ , la risposta è sì!

All’interno del museo ci sono infatti tre versioni che vengono esposte ciclicamente per un’ora ciascuna, proprio in relazione alla loro delicatezza.

Nonostante l’inevitabile scorrere del tempo, L’Urlo’ è, ultimamente, più importante e significativo che mai. In relazione alla pandemia di COVID-19, quest’opera dal significato ancora aperto a molte interpretazioni, è arrivata a riflettere le nostre ansie e paure collettive per questo virus globale.

In alcune rappresentazioni umoristiche piuttosto recenti, i cosiddetti ‘meme’,  la sagoma dell’Urlo è stata addirittura raffigurata con la mascherina e con il disinfettante per le mani e questo è la dimostrazione di quanto l’arte possa essere sempre attuale anche per dare nuove interpretazioni del mondo che ci circonda.

Se dopo aver letto queste righe non vedi l’ora di partire verso Oslo, continua a seguirci perché ci sarà presto un programma dedicato a questa moderna e movimentata capitale e alle famose isole Svalbard!

Vuoi vivere una meravigliosa avventura in Norvegia?

Contattaci, compilando questo modulo, saremo felici di conoscerti e creare, senza impegno, un itinerario in base ai tuoi interessi, alle tue esigenze e a ciò che più desideri vivere in questa vacanza!